La ragazza indicibile

Compagnia Virgilio Sieni prima assoluta

15 ottobre ore 20.30 – durata 60′ | Teatro Carignano
Liberamente ispirato a La Ragazza Indicibile. Mito e mistero di Kore (Electa 2010)
di Giorgio Agamben, Monica Ferrando
coreografia, regia, scene Virgilio Sieni
musica originale Francesco Giomi
con Ramona Caia, Xaro Campo Moreno, Marta Capaccioli, Eloise Dechemin, Aurore Indaburu, Claire Indaburu
costumi Laura Dondoli
elementi scenici Chiara Occhini
luci Giovanni Berti, Virgilio Sieni
Torinodanza Emilia Romagna Teatro Fondazione
Compagnia Virgilio Sieni
La Compagnia è sostenuta da Ministero per i Beni e le Attività Culturali Regione Toscana Comune di Firenze

Lo spettacolo nasce dalle riflessioni sul mito di Persefone-Kore sviluppate da Giorgio Agamben nel saggio La ragazza indicibile. Un lavoro sull’anima della figura femminile, sul mito ancestrale della fanciulla. Giorgio Agamben parte dall’affascinante mito di Kore, fanciulla rapita da Ade, dio dell’oltretomba, che la portò negli inferi per sposarla contro la sua volontà, e identificata nel culto pagano come la dea responsabile dello scandirsi delle stagioni sulla terra.
Kore è la “fanciulla divina” e l’indeterminatezza della sua figura tende ad annullare la soglia tra la donna e la bambina, la vergine e la madre, l’animale e l’umano, e tra quest’ultimo e il divino. La danza di Virgilio Sieni è qui intesa come corpus poetico interiore che guarda all’oggi con la gioia infinita dell’origine, il farsi della figura dinamica tra l’intimità e l’altro: tutto cerca un passaggio intimo tra creazione e perdita del gesto. Le donne/ ragazze si danno alla danza organizzando un toccarsi coreografato che richiama all’istinto, al cogliere la risonanza con l’altro, al farsi eco e tramite di un vivente della pelle.
Virgilio Sieni, coreografo e danzatore, è uno dei maggiori protagonisti della danza contemporanea italiana. La sua formazione classica si è intersecata con la danza contemporanea ad Amsterdam, New York e Tokyo. Il suo percorso comprende inoltre studi di arti visive, architettura, arti marziali.
Nel 1983 ha fondato la compagnia Parco Butterfly, poi trasformata nel 1992 nella Compagnia Virgilio Sieni, con la quale ha stabili rapporti produttivi con i più importanti teatri e festival europei, tra i quali Festival d’Avignon, Biennale de la Danse de Lyon, Charleroi Danse di Bruxelles e Thèâtre du Merlan, Scène Nationale di Marsiglia, oltre che con le principali realtà produttive italiane.