CUISSES DE GRENOUILLE

«Il teatro crea il sogno che nutre la nostra esistenza». Tra le artiste che meglio incarnano lo spirito di sperimentazione e di sofisticata intensità espressiva, Carlotta Sagna si è sempre mossa con disinvoltura tra danza e teatro, coreografia e regia. Ha danzato con grandi della danza contemporanea tra cui Jan Lauwers e Anne Teresa De Keersmaeker. Nel 2005 si trasferisce in Francia e nel 2009 crea una compagnia con la sorella Caterina.

A Torinodanza ha presentato alcune dei suoi lavori più toccanti, dove il transfer danza-teatro si fa più forte e concreto, a riprova del forte legame con la città. Cuisses de grenouille, spettacolo coprodotto da Torinodanza e presentato in prima italiana, è la storia di una bimba che diventerà ballerina, anche grazie all’incontro con personaggi improbabili, che le svelano la magia della scena: un maestro giapponese Aikikai che ha paura che la sua arma si ribelli contro di lui, un vecchio ballerino russo che perde il parrucchino durante le piroette, una ballerina di tango che fuma sigari…

E in questo squisito omaggio al teatro si innesta la presenza centrale di Arnaud Sallé, il musicista con cui ha collaborato nelle sue ultime creazioni.