ROYAUME UNI

«Abbiamo passato troppo tempo a separare corpo e anima. Parliamo spesso del corpo come di una busta. Ma, come Spinoza spiega molto bene, il corpo è una finestra per l’anima. Una delle missioni della danza è quella di restituire l’anima al corpo. Per dare al corpo un’anima». Ballerino e coreografo francese di origine albanese, Angelin Preljocaj è il più significativo esponente della nouvelle danse francese.

Portavoce della coreografia sperimentale contemporanea, si è imposto per l’impegno su temi forti, trattati con un linguaggio gestuale scarno ma poderoso, dinamico e di grande fisicità. Nominato Cavaliere della Legion d’Onore nel 1998, è fondatore della Compagnie Preljocaj (1984), divenuta nel 1996 Ballet Preljocaj – Centre chorégraphique National d’Aix-en Provence.

Royaume Uni, spettacolo che Torinodanza Festival 2012 presenterà in prima italiana, è un appuntamento a lungo rimandato, il primo approccio di Preljocaj con un genere di danza che è anche movimento culturale. Su invito del Festival Suresnes cités danse, Preljocaj ha creato un nuovo pezzo che è principalmente la storia di un incontro tra un artista di eccezionale talento e un unico mondo, con quattro danzatrici hip-hop.

Teatro Carignano
23 – 24 ottobre 2012 – ore 20.30 – prima italiana
Coreografia Angelin Preljocaj
con Carole Dauvillier, Jann Gallois, Céline Lefèvre, Emilie Sudre
musiche originali 79D
costumi Nadine Lartigau
luci Cécile Giovansili
assistente alla coreografia Claudia De Smet
coreologia Dany Levêque
Théâtre de Suresnes Jean Vilar
in coproduzione con Les Théâtres de la Ville de Luxembourg