GOLGOTA

https://www.youtube.com/watch?v=8M8Dn98sQTw

17 – 18 – 19 – 20 settembre 2014 | PRIMA ITALIANA
FONDERIE LIMONE MONCALIERI –  SALA GRANDE
(Francia) – ore 21.00 | DURATA 75’

ideazione, scenografia e messinscena Bartabas / coreografia e interpretazione Andrés Marín e Bartabas
cavalli Horizonte, Le Tintoret, Soutine, Zurbarán e l’asino Lautrec / musiche Tomás Luis de Victoria mottetti per voce sola / canto (controtenore) Christophe Baska / corno Adrien Mabire / liuto Marc Wolff / attore William Panza / assistente alla messinscena Anne Perron / luci Laurent Matignon / suono Frédéric Prin / costumi Sophie Manach, Yannick Laisné / accessori Sébastien Puech / fabbricazione scene Les Ateliers Jipanco / regia generale Mickaël Roth / regia luci Jacques Grislin / regia suono Frédéric Prin / cura dei cavalli Clémence Plesse, Sophie Guéritée / direttori Gérard Deniaux, Jean Parthenay, Arnaud Lisbonne / contabilità Marc Batailley / direttore tecnico Laurent Matignon / assistente tecnico Frédérique Gageot / responsabili di produzione Claire Baldensperger, Morgane Clerc
ringraziamenti Emmanuelle Santini, Jean-Michel Verneiges

Théâtre Équestre Zingaro in coproduzione con Bonlieu Scène nationale Annecy e La Bâtie-Festival de Genève nell’ambito del progetto PACT beneficiario di FEDER con il programma INTERREG IV A Francia-Svizzera, Théâtre du Rond-Point, Maison de la Culture d’Amiens  creazione a Bonlieu Scène nationale Annecy
Il Théâtre Équestre Zingaro è sostenuto da DRAC Île-de-France – Ministero della Cultura e della Comunicazione, Consiglio generale di Seine-Saint-Denis e Città di Aubervilliers

Spettacolo inserito in MITO SettembreMusica

GOLGOTA -Bartabas – regista, scenografo, maestro di equitazione – è l’artefice di un universo creativo straordinario, che coniuga arte equestre, musica, danza e teatralità, in una forma originale ed unica al mondo: il teatro equestre. Accanto ai grandi spettacoli con decine di cavalli e cavalieri, presentati negli chapiteau, Bartabas ha avviato una serie di incontri con importanti danzatori, alla ricerca di un comune sguardo sul movimento e sulla poesia del corpo. Dopo l’enorme successo de Le centaure et l’animal, con il danzatore di butô Ko Murobushi (visto a Torinodanza nel 2011), Bartabas accoglie ora Andrés Marín, danzatore di flamenco, in uno spettacolo che suggella l’incontro tra danza equestre e gesti di un’altra arte secolare. Golgota è un incontro di siderale bellezza e incredibile forza visionaria tra un misterioso cavaliere e un suo compagno di strada, e in questo incontro vediamo emergere gli elementi che fondano lo spettacolo. Una di fronte all’altra ecco umanità e animalità, ricerca del divino e costruzione di una bellezza del corpo, trascendenza e immanenza. L’atmosfera che avvolge lo spettatore è definita dalla musica, che emerge da una distanza quasi ancestrale, e dai colori delle scene, intonati alle tavole di maestri cinquecenteschi. Ci troviamo in un mondo sospeso nei ritmi della cerimonia liturgica, ma sempre improntato alla forza poetica delle apparizioni di Bartabas e dei suoi quattro cavalli, capaci perfino di lasciarsi morbidamente scivolare a terra, evocando morte e rinascita. È in questo universo estetico che esplode l’energia di Andrés Marín, il più talentuoso dei maestri del flamenco contemporaneo. Golgota è una moderna via crucis dove il cavaliere invita il danzatore a condividere il suo mondo. Un magnifico Christophe Baska, controtenore, canta mottetti accompagnato da corno e liuto; in scena si stagliano un pulpito in legno e una scala segreta, grazie alla quale sembra di poter salire al cielo. E così il mondo del sivigliano Marín si fonde con il pianeta Bartabas.

Bartabas – director, stage designer and master horseman – has invented an amazingly creative universe in which he combines equestrian arts, music, dance and acting into an original and unique art form: equestrian theatre. After the resounding success of Le centaure et l’animal, with butô performer Ko Murobushi (Torinodanza 2011), Bartabas is back with flamenco dancer Andrés Marín, for a performance in which equestrian dance motions merge with astonishing precision into the the gestural movements of flamenco. Golgota is a contemporary via crucis: the horseman calls on the dancer to experience his world. Death, nature, power and beauty, horses and humans join in a shamanic ritual reminiscent of the sacred rites of the Passion.

.

.