INCONTRI / AY!

https://www.youtube.com/watch?v=gMsVXClnPKo

13 settembre 2014 | PRIMA ITALIANA
TEATRO CARIGNANO

INCONTRI

(Spagna / Francia) – ore 21.00 | DURATA 30’
di e con Carolyn Carlson, Eva Yerbabuena e Paco Jarana (chitarra), José Valencia (canto) / costumi Chrystel Zingiro
Théâtre National de Chaillot in coproduzione con Carolyn Carlson Company – CCN de Roubaix

AY!

(Spagna) | DURATA 30’
coreografia e direzione artistica Eva Yerbabuena / con Eva Yerbabuena / e con Paco Jarana (chitarra), Enrique El Extremeño (canto), José Valencia (canto), Vladimir Dimitrenco (violino), Antonio Coronel (percussioni)
musica e direzione musicale Paco Jarana / creazione costumi López de Santos / disegno luci Fernando Martín / suono e direzione tecnica Manu Meñaca  / direttore di produzione María Molina / direttore di scen Daniel Estrada / sarto Gabriel Portillo / foto Rubén Martín
Eva Yerbabuena Ballet Flamenco
spettacoli inseriti in MITO SettembreMusica

 

Torinodanza propone una serata esclusiva, che ha caratteristiche insolite quanto eccezionali: l’incontro di due grandissimi danzatrici, dal profilo artistico distante ma accomunate da talento e carisma. Carolyn Carlson ha accettato di confrontarsi con Eva Yerbabuena, entrando nel ring gestuale e musicale disegnato da questa straordinaria interprete di flamenco. Ai movimenti antichi e fascinosi di Eva corrisponde la scabra ma straordinariamente intensa e carismatica gestualità di Carolyn. Il senso del flamenco è tutto nella estrema concentrazione del gesto, quasi una stilizzazione della sensualità, mentre quello di Carlson è un teatro di danza potente ed evocativo, per quanto sovente minimale. Indubbiamente Eva e Carolyn parlano ciascuna la propria lingua, i loro fisici sono diversi come la loro storia, ma proprio per questo scatta la scintilla di un incontro vero. Per una volta il tema non è la coreografia, ma solo la personalità interpretativa, che dona spessore diverso ma abbagliante al movimento delle mani di ciascuna, o al semplice camminare lungo linee geometriche. Incontri è stato creato e rappresentato una sola volta a Parigi, e giunge a Torino abbinato ad un solo di Eva Yerbabuena, Ay!. E, forse per la prima volta, diviene chiarissimo perché il flamenco, con la sua ritualità e i suoi codici antichi, rimanga un linguaggio aperto sulla contemporaneità.
:

https://www.youtube.com/watch?v=8M8Dn98sQTw

A special evening for dance lovers: Carolyn Carson has accepted to meet Eva Yerbabuena and enter the gestural and musical setting created by this extraordinary flamenco dancer. Eva’s age-old, alluring movements are matched by Carolyn’s terse, but amazingly intense and charismatic gestures. The meaning of flamenco is to be found in the extreme concentration of its gestures and their almost stylised sensuality; conversely, Carlson’s dance performance, albeit often minimalist, is powerful and evocative. For once, the main theme is not the choreography, but simply the performers’ personalities and the substance they each convey dazzlingly but differently, through their hand movements, or simply by stepping along geometrical lines. Incontri was created in Paris and performed there just once; it is to be performed in Torino together with a solo piece by Eva Yerbabuena, Ay!. It is possibly the first time that it becomes clear why flamenco, with its rituals and age-old practices, still speaks in a contemporary language.

 

a seguire