DEBUTTANO AL FESTIVAL TORINODANZA SET AND RESET/RESET (2016) E FACE IN della compagnia inglese CANDOCO DANCE COMPANY Teatro Carignano di Torino, martedì 19 settembre

Posted by on Set 2, 2017 in press_17

Martedì 19 settembre 2017, al Teatro Carignano di Torino, alle ore 21.00, Candoco Dance Company presenterà SET AND RESET/RESET (2016) – una combinazione tra lo spettacolo originale Set and Reset (1983) di Trisha Brown e la coreografia dei danzatori di Candoco che hanno rappresentato questa pièce per la prima volta nel 2011 – e FACE IN coreografia di Yasmeen Godder. Gli spettacoli sono inseriti in MITO SettembreMusica.

Set and Reset / Reset nasce come emanazione del celebre spettacolo della Trisha Brown Dance
Company, allestito per la prima volta negli Stati Uniti al Next Wave Festival di New York, BAM Opera House, nell’ottobre 1983 ma andato in scena in prima mondiale al Festival di Avignon con musiche originali di Laurie Anderson e costumi di Robert Rauschenberg. Per la sua realizzazione è stato fondamentale l’apporto di Candoco, parte integrante sia del processo creativo che del risultato finale. Abigail Yager, ex membro della Trisha Brown Dance Company, ha trasmesso alla Candoco Dance Company le sequenze esatte dalla coreografia originale, guidandoli poi in un ampio processo di improvvisazione, mettendo a frutto le stesse modalità che avevano fatto dello spettacolo originale un successo internazionale: semplicità dell’impostazione generale, agire d’istinto, lavoro sui concetti di visibilità e invisibilità.

La nuova creazione Face In di Yasmeeen Godder nasce dalla sua particolare attenzione alla centralità dell’individuo nel mondo contemporaneo, la necessità di approfondire temi quali identità e cambiamento, in un confronto continuo con lo spettatore, un aspetto importante della ricerca coreografica dell’artista israeliana. Il processo creativo tende a riflettere sulla complessità dell’individuo e sul bisogno che abbiamo di stare in contatto con noi stessi, per superare dubbi e paure come quella di scomparire, di essere assente agli occhi degli altri, di non essere abbastanza bravi, di non rappresentare un saldo approdo non solo per gli altri, ma anche per noi stessi.

25 anni, 60 paesi, 500 spettacoli, 7.500 laboratori, 400.000 spettatori: questa la carta di identità di Candoco Dance Company (letteralmente “Si può fare”), la compagnia di danza integrata più famosa al mondo ha creato spettacoli dove ballerini e ballerini diversamente abili possono realizzare effetti coreografici sorprendenti e virtuosismi straordinari. I più grandi coreografi, che da anni lavorano con Candoco, possono spingersi con tutti i danzatori della compagnia, disabili e non, verso territori inesplorati dell’espressione, cambiando la percezione della capacità del corpo umano. A Torinodanza festival l’ensemble porta due lavori firmati da due grandi coreografe, distanti anagraficamente, ma vicine nella forza espressiva: Trisha Brown e Yasmeen Godder.

Trisha Brown (1936, Aberdeen, Washington – 2017, Sant’Antonio, Texas) esordisce in uno degli ensemble più innovativi della nuova danza americana: la compagnia guidata da Merce Cunningham. Nel 1970 fonda il proprio gruppo, fino al 1979 formato da sole donne. Questo evento segna l’inizio di un grande cambiamento nella storia e nell’evoluzione di quella che Rudolf Laban chiama l’ “Arte del movimento”. Nel suo lavoro la Brown attiva collaborazioni celebri, come con Robert Rauschenberg e Laurie Anderson per Set and Reset. Le sue creazioni non sono innovative solo dal punto di vista coreografico, ma anche nella scelta delle location: musei, parchi o giardini. In tutte queste occasioni Trisha Brown ha saputo inserire con sapienza e ironia il movimento nell’ambiente, trovando la giusta alchimia ed il giusto equilibrio in ogni intervento.

Yasmeen Godder è nata a Gerusalemme nel 1973, ma è cresciuta a New York, dove si è formata alla scuola di Martha Graham; dal 1999 lavora in Israele. Il suo lavoro è molto conosciuto in ambito internazionale ed è stato presentato al Lincoln Center Festival, al Tokyo International Festival, HAU a Berlino, al The Place di Londra, a Montpellier Danse, a Bruxelles al Kunstenfestdesarts, al Sydney Opera House e in molti altri festival e teatri di grande rilievo. Ha creato coreografie per Batsheva Dance Company, Matanicola Dance Company, Theater Freiburg. È stata insignita di numerosi premi e riconoscimenti. Dal 2007 a Jaffa opera il suo Yasmeen Godder Studio.

(Scheda tratta dal programma di Torinodanza 2017).

 

In occasione del debutto al Carignano degli spettacoli SET AND RESET/RESET (2016) e FACE IN della CANDOCO DANCE COMPANY

martedì 19 settembre 2017, alle ore 18.30
al Teatro Carignano / Caffetteria Lavazza

è programmato l’incontro

OLTRE I LIMITI

Intervengono
Pedro Machado, Direttore artistico della Candoco (UK)
Ben Evans, Direttore Arts & Disability per l’Europa del British Council (UK)
Anna Consolati, Responsabile progetti europei sull’inclusione per il Festival Oriente Occidente
Anna Cremonini, Direttrice artistica di Torinodanza festival dal 2018

Introduce
Gigi Cristoforetti, Direttore artistico di Torinodanza festival

Conclusioni
Donatella Ferrante, MiBACT

Un incontro per conoscere il lavoro della compagnia Candoco, pioniera dell’integrazione a livello professionale di danzatori abili e diversamente abili e il suo panorama di riferimento, che supporta la pratica artistica per persone con disabilità e le sue eccellenze.
Un confronto sullo stato attuale della danza inclusiva in Italia e sul ruolo dei Festival nello sviluppo e supporto della pratica artistica attraverso percorsi innovativi che permettano un cambiamento nel tempo.

01_Comunicato SET AND RESET_RESET-FACE IN

02_Comunicato incontro OLTRE I LIMITI

SET AND RESET/RESET

FACE IN

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on TumblrBuffer this pagePrint this page
Menu